LA POLITICA DEL RECINTO

A Menfi in questa campagna elettorale i contendenti dell’ammucchiata così detta di destra e di sinistra tentano di frenare le libere scelte dei cittadini con la politica del recinto.

Il primo recinto che hanno creato è quello delle liste la cui formazione ha come logica prevalente il tentativo di ingabbiare i cittadini a votare il parente, l’amico il compare etc.

Per loro sfortuna questa volta non basta un candidato per frenare la libertà dei cittadini, infatti si sente sempre più parlare di alleanze improponibili, tanto che qualcuno minimizza, qualcun altro se ne fa una ragione. Evidentemente i cittadini sono molto più liberi di quello che possa pensare qualche “politichello” locale, ed allora viene fuori il secondo recinto.
Nel secondo recinto si fanno le presentazioni dei candidati a porte chiuse, evidentemente hanno poco di cui fregiarsi, ma ancor più grave hanno paura che la gente girando liberamente per le vie della città capisca l’imbroglio delle finte contrapposizioni fra i due candidati espressione del “sistema” che evidentemente pensano già ad allearsi in stile “letta”.
A porte chiuse si presenta la lista progetto menfi forse per contare meglio, in quel di via risorgimento, i presenti e gli assenti; a porte chiuse anche la lista democratici per menfi presenta quei pochi che sono rimasti dopo la razzia operata dal loro sindaco, a porte chiuse e lontano dagli occhi ieri sera si sono incontrati in campagna un gruppo di candidati, quasi fosse una riunione segreta o la preparazione di una recita natalizia.
A fronte dei recinti creati da una parte, non sono certo da meno quelli creati dall’altra parte, infatti gli ex PDL mantengono la tradizione di incontrare gli onorevoli “in famiglia”, forse hanno paura che glieli rubino; mentre quelli con la giacca un po’ lunga non hanno bisogno di perdere tempo in incontri; un maxi recinto, invece, sta per essere preparato da chi ama fare le cose in grande, infatti riunirà i suoi all’ombra delle piramidi di lotariana memoria con abbondanza di tutto, tranne che di liberi pensieri, come a sperare che con la “panza” piena ci si lamenti di meno.
Questa sera invece il buon pastore si offre al pubblico, per smentire che privatizzerà l’acqua ed i rifiuti e far credere a tutti che tutto quello che ha promesso e non ha mai fatto negli ultimi vent’anni lo farà ora ……….. forse!!!!!!!

Per fortuna che c’è internet e che nessuno degli aspiranti capi popolo lo ha capito, OGGI NON CI SONO PIU’ RECINTI, ARRENDETEVI E FORSE SARETE RICORDATI PER L’UNICO GESTO DI GENEROSITA’  DELLA VOSTRA VITA

12 Risposte a “LA POLITICA DEL RECINTO”

  1. Sei un grande. Non avevo dubbi . Spero che siano in molti a capirlo.

  2. Comunicare nel 2013 che non si intende privatizzare l’acqua è equivalente a dire che si è contrari all’energia nucleare. Forse ci si dimentica che c’è stato un referendum nel 2011 con cui quasi un’intera nazione si è dichiarata contraria alla privatizzazione dell’acqua. In particolare Menfi è stato il paese con la percentuale di Sì più elevata d’Italia, ragione sufficiente ad indurre chi nel 2002 voleva privatizzare a sparire definitivamente dalla vita politica. Ho la sensazione che questo fatto molti fanno finta di non ricordarlo e solo per potere giustificare la loro presenza in liste di sostegno al candidato che ritengono più “quotato” anche se fino a pochissimo tempo fa lo ritenevano un avversario politico o addirittura una zavorra rispetto allo sviluppo del territorio.
    Silvio Sbrigata

  3. condivido quello che ha scritto silvio.
    a proposito, guardate questo video… https://www.facebook.com/photo.php?v=329680190494008

  4. Riecco il pifferaio, più arrugginito del solito, d’altronde e al comune dal 1975, e questo è già un record, mai nessuno ha occupato la poltrona di consigliere e da sindaco per tutti questi anni……………… ha superato perfino il nano di arcore, e perfino il grande giulio.
    Una cosa però si è capita, uno che mette assieme il diavolo e l’acqua santa, non merita di guidare questo comune.
    Bisogna rinnovare la governace , bisogna mandare in pensione definitivamente, chi ormai non ha più niente da dire e fare, d’altronde ha avuto 40 anni di tempo per fare e non ha fatto.
    Discorso confusionario e poco incisivo, al di là di chi era pagato per applaudire , tutti gli altri sbadigliavamo.
    Discorso mediocre, anzi pessimo.
    ….e gli assessori?
    Non giudicabili, un amico mio avrebbe detto, che film hanno fatto?
    Ci hanno detto solo che sono le prescelte del pifferaio.
    Insomma se fosse stata una palrtita di calcio, il risultato sarebbe stato un sonoro, cinque a zero, con cinque auto gool.
    !) L’acqua, mica siamo rimbecilliti tutti, sappiamo bene perché l’ha voleva svendere ai fiorentini……..
    2) Il disastro attuale, è la diretta conseguenza di aver consegnato il comune al siminseri & C
    3)la gente non ha che da mangiare, e il pifferaio che fa? Legge la storia………..
    4) noi siamo le prescelte, le nominate , ma mica s’immaginano che erano al grande fratello.
    5) pifferaio, abbiamo scoperto che ora i grembiuli sono di sinistra, perché ti fanno comodo..
    Risultato finale cinque a zero.
    L’allusione alla cantina una caduta di stile imperdonabile
    Se il candidato dei grillini non continua a fare melina, non ci sarà partita il risultato finale sarà scontato.

  5. E che sei mago.
    Hai indovinato tutto, ad eccezione della noiosa e falsate lezione di storia.
    Insomma si sono accordati.

  6. Ci siamo assunti la responsabilità di mettere in campo un’altra proposta che poteva mantenere l’acqua pubblica al comune di menfi

  7. Non è vero, tu volevi privatizzare la legge galli …………. la finanziaria del 2008 …………………………. il dpr …….. lo statuto del comune …………… .
    Meno male che io a Montevago con pochi altri abbiamo fatto un’associazione per impedirti di privatizzare.
    Ora controllerò meglio dall’interno delle istituzioni che non privatizzi più

  8. Gentilissimi amici del web, amici di radioblogaut noi, intendo quelli che abbiamo creato lo spazio di radio aut in memoria di peppino impastato, su questo blog, abbiamo un obbligo, smascherare gli inciuci denunciarli e essere voce rivoluzionaria contro i pifferai e i bigotti.
    Siamo stati capce di far saltare l’affaire antenna, figuratevi se non siamo capaci di sbuttanarli ai quattro venti.

    I nessun caso qualche demente potrà dire l’hanno bevuta….

    Quest’avvio di campagna elettorale sembra essere fatta a posta per eleggere il pifferaio, l’incantatore di serpi, ma ciò non avverrà non può avvenire e conro la storia.

    Le squadre in campo, sono si tre, ma due sono completamente disinteressati dal gioco.

    C’è una, in particolare che non ha un portiere, non ha un terzino, manca un regista e ha un centravanti affaticato, quando meno per la stazza, ma di grande cuore. I fuoriclasse, cioè coloro che grazie alla politica hanno fatto “strada”, sono rincunigghiati dietro un pitrone. Perché? Perché per questo giro il sindaco è già fatto, sussurrano in sottovoce, la ma….ria ha deciso così.

    La terza squadra, pare che non ha voglia di interferire nei giochetti tattici del grande fratello, fanno finta che la partita ormai e giunta al 90° e che non c’è niente da fare.Un movimento che ha preso tanti consensi alle politiche, non è stato capace di aprirsi alla città, non ha voluto aprirsi alla città, presentandosi con una meschina lista e hanno concordato una campagna elettorale dei toni amichevoli e fraterni, senza eccessi e senza esagerazioni, vogliamoci tanto bene, tanto la partita è stata decisa ancora prima del fischio d’inizio.

    Bene per questa sera da radio aut è tutto.

  9. GRANDE SUCCESSO PER LA PRESENTAZIONE DELLE LISTE DEL CANDIDATO SINDACO SAVERIO ARDIZZONE!!!!!!!!!!!!1500 PARTECIPANTI

    VAI SAVERIO

  10. Andate a lavorare

  11. [...] di facciata, come se fossero già d’accordo, nascondendosi nei loro circoli e nelle loro sezioni (la politica del recinto). Noi invece stiamo tra la gente e con la gente, e soprattutto, alla luce del sole, cerchiamo in [...]

  12. Ciao! Vorrei solo dire un grazie enorme per le informazioni che avete condiviso in questo blog! Di sicuro’ diverro’ un vostro fa accanito!

Lascia un commento

I commenti vengono pubblicati automaticamente senza alcuna moderazione, chiunque si senta leso od offeso da un commento ne può chiedere la cancellazione, con un altro commento o scrivendo a menfivive@virgilio.it